Created by OnePlusYou


CHI SIAMO
16.000 persone, con tutti i loro timori per il proprio futuro e quello delle loro famiglie.

Siamo quasi tre volte i dipendenti dell'Alfa Romeo di Pomigliano, eppure la nostra situazione non desta alcuno scandalo.

Siamo i cosiddetti “ex LSU della scuola” , da più di dieci anni viviamo in un limbo circondati da un silenzio assordante, ogni anno appesi all'esile filo dell'appostamento nella legge Finanziaria delle cifre necessarie al rifinanziamento delle nostre attività! Circa 1000 di noi lavorano nelle segreterie scolastiche, la restante parte viene impegnata per le pulizie dei locali scolastici.

...E DA DOVE VENIAMO
Dalla metà degli anni '90 siamo stati impiegati nelle scuole con i Lavori Socialmente Utili (LSU), attraverso i progetti proposti dalle Amministrazioni Provinciali o Comunali, che a quel tempo avevano competenza di fornire il personale ATA (ausiliario e di segreteria) alle scuole materne ed elementari (Comune) ed agli Istituti Tecnici e Licei Scientifici (Provincia).
I L.S.U. interessarono dapprima lavoratori messi in liste di mobilità a seguito di licenziamento e, successivamente, disoccupati di lunga durata. La retribuzione mensile era rappresentata da un sussidio di 800.000 lire, erogato dall’Inps. Nessun versamento di contributi (solo contributi cosiddetti figurativi) e nessun riconoscimento giuridico visto che non si trattava di un rapporto di lavoro dipendente, nessun diritto insomma.
Successivamente alla L. 3/5/1999, n.124 (art.8 - Trasferimento personale ATA dagli Enti Locali allo Stato) siamo "transitati" allo Stato e nel luglio del 2001 si è definita una sorta di "stabilizzazione". Con il decreto ministeriale n. 65 sono stati terziarizzati i servizi di pulizia, creando dei consorzi nei quali, in maniera trasversale, sono rappresentate forze politiche, associazioni datoriali, etc. Per il personale di segreteria, invece, con decreto ministeriale n. 66 si è proceduto all'affidamento di contratti di collaborazione coordinata e continuativa, che mascherano il nostro impiego reale che, per mansioni e prestazione, è di fatto un lavoro dipendente!

venerdì 17 aprile 2009

Notizie brevi

1) La riunione tenutasi ieri al Ministero riguardava esclusivamente i consorzi. Non era prevista la partecipazione dei sindacati che, infatti, non erano presenti.

2) I consorzi hanno presentato il fabbisogno economico ammontante per il 2009 a 362 milioni di euro.

3) Secondo le notizie che ho ricevuto, solo una azienda (operante nel territorio casertano) ha fatto presente le proprie difficoltà economiche avanzando l’ipotesi di una riduzione dell’orario, che è stata però rigettata.

4) Le Direzioni scolastiche regionali stanno convocando degli incontri tra i consorzi e le organizzazioni sindacali per discutere della tematica relativa ai cosiddetti “appalti storici” ed è probabile che in tale sede alcune organizzazioni sindacali (come hanno già annunciato) solleveranno anche i problemi relativi agli appalti degli ex lsu

18 commenti:

Anonimo ha detto...

scusate ,posso sapere chi ha scritto sul blog ,,\notizie brevi\ grazie ex lsu

Anonimo ha detto...

vi ricordo che x dicembre non manca molto organizziamoci collega di callipoli sono daccordo con te
tony

EX LSU MOCETOR ha detto...

NOI STIAMO SPEDENDO LE LETTERE DI ORONZINO. UNA AL MINISTRO BRUNETTA E UNA AL MINISTRO MARIA STELLA GELMINI, INVITO TUTTI I COLLEGHI A FARLO.
E' L'INIZIO DELLA NOSTRA BATTAGLIA.
SALUTI MOCETOR

Anonimo ha detto...

ciao,il nostro responsabile ieri sera parlava della famosa riunione tra consorzi e miur, dicendo che si e' parlato della riduzione a 30 ore e del prepensionamento. non aggiunto altro.sardegna

Anonimo ha detto...

Volevo chiederti ma il tuo responsabile è uno di voi? Cioè uno ex lsu o chi? Grazie x l'amico della sardegna

Anonimo ha detto...

no, e' proprio un unico responsabile di zona per tutti noi della stessa cooperativa. gestisce sui 130 dipendenti. da noi non esistono capi squadra. sardegna

Anonimo ha detto...

e' esterno non un ex lsu. sardegna

maX70 ha detto...

chi digita dalla sardegna potrebbe indicare da dove cosi magari ci possiamo mettere in contatto
maX70 sardegna (sant antioco)

oronzino ha detto...

dimenticavo una cosa: la stessa lotta la dobbiamo fare verso il sindacato di appartenenza. Questi signori dovranno capire e portare sul tavolo delle trattative, una volta per sempre, quello che diciamo noi e non quello che interessa solo a loro.
oronzino da maglie

EX LSU MOCETOR ha detto...

X ORONZINO E TUTTI I COLLEGHI.
Oronzino nel suo post ha pienamente ragione, poiche loro al tavolo delle trattative fanno sempre come gli pare.
Ci rappresentano solo quando riguarda i rifinanziamenti ( che dovrebbero essere fatti in automatico)anche perchè i soldi servono alle coop .
Per cui come dice Oronzino facciamogli capire una buona volta che e finita,non ci imbroglieranno più.
Saluti Mocetor

Anonimo ha detto...

per max70sono di Assemini. Giancarlo anche lui di sant.Antioco come te l'ho conosciuto quando siamo partiti a Roma. lui ha il mio n° di telefono.sardegna

maX70 ha detto...

ok grazie x la risposta chiedero a giancarlo se volete
maX70

orizzontionline ha detto...

Ciao Angela come va bene? siamo sempre qui a lottare eh! la nostra speranza e che il ministero ci abbia inserito nel programma di riorganizazzione scolastica,sarebbe ora che ci riconoscano parte integrante della scuola ed essere considerati alla pari del personale ata. Un caro saluto anche a Anna e Sonya, e gli altri colleghi di cagliari e sant antioco in particolare Max e isa che seguono il blog

Anonimo ha detto...

ciao, sono Angela. tutto bene? Sonia e Anna sono sempre agguerrite a lottare per quel qualcosa che ci spetta di diritto. non ti sei fatto piu' sentire...dobbiamo incontrarci per organizzare veramente qualcosa. noi tempo addietro siamo stati dall'assessore della pubblica istruzione, e' stata gentilissima, ma decaduto Soru anche lei fuori. ci ha consigliato comunque di metterci in contato con il nuovo entrato. fatti sentire.sardegna

Anonimo ha detto...

Prot. AOODRCA/005591 Napoli, 1° aprile 2009


AI DIRIGENTI DEGLI ISTITUTI E SCUOLE DI
OGNI ORDINE E GRADO DELLE PROVINCE
DI BENEVENTO, CASERTA, NAPOLI E
SALERNO INTERESSATE

e p. c.AI DIRIGENTI DEGLI UFFICI SCOLASTICI DI
BENEVENTO, CASERTA, NAPOLI E
SALERNO

ALLA MANITAL società consortile.
VIA G: DI VITTORIO, 29
10015 IVREA (TO)

LORO SEDI

OGGETTO:fornitura del servizio di pulizia nelle istituzioni scolastiche connesso al subentro nei contratti stipulati dagli enti locali (c. d. APPALTI STORICI).

Avuto riguardo a talune segnalazioni pervenute a questo Ufficio anche in forma anonima, si ricorda alle SS.LL. che, ai sensi del contratto normativo sottoscritto dallo scrivente e costituente parte integrante, insieme ai suoi allegati, dei contratti attuativi sottoscritti dalle SS.LL., la quota dell’importo contrattuale riservata alle cosi dette attività extra-canone può essere corrisposta, nel corso dell’anno scolastico, solo a fronte di effettive prestazioni aggiuntive, per cui diventa indispensabile che al riconoscimento economico corrisponda un’effettiva prestazione, atteso che vige l’obbligo contrattuale di corrispondere comunque all’assuntore la quota extra-canone.
Tale disposizione é stata peraltro già richiamata dallo scrivente con nota prot. 14324 del 24.9.2009.
Appare inoltre opportuno richiamare l’attenzione delle SS.LL. sulla necessità di contestare alle imprese l’utilizzo di materiali scadenti o comunque ritenuti non idonei ad assicurare un soddisfacente livello di pulizia.

f.to IL DIRETTORE GENERALE
Alberto Bottino

tony da napoli

Anonimo ha detto...

AI DIRIGENTI SCOLASTICI DEGLI
ISTITUTI E SCUOLE DI OGNI ORDINE
E GRADO DELLA CAMPANIA

e p. c. AI DIRIGENTI DEGLI UFFICI SCOLASTICI
PROVINCIALI DELLA CAMPANIA

Al C.N.S. – Consorzio Nazionale Servizi
Via della Cooperazione n. 21
BOLOGNA

OGGETTO: pagamento fatture per servizio di pulizia nelle istituzioni scolastiche mediante l’utilizzo di ex LSU.

Talune istituzioni scolastiche hanno segnalato che le ultime fatture emesse dal CNS per il servizio di pulizia di cui all’oggetto presentano un incremento del canone mensile per adeguamento ISTAT del 2%.
In proposito si richiama l’attenzione delle SS.LL. sulle clausole contrattuali che escludono la possibilità di revisione dei canoni fissati dal contratto se non in presenza di un incremento delle risorse finanziarie stanziate in bilancio, la qual cosa non si è ancora verificata.
E’ peraltro doveroso segnalare, nell’occasione, che il RTI CNS lamenta un diffuso ritardo nel pagamento delle fatture evidenziando casi nei quali risulterebbero tuttora inestinte fatture risalenti ai mesi di aprile e maggio 2008.
Allo scopo di prevenire possibili contenziosi ed ogni eventuale strumentalizzazione (anche in riferimento ai notevoli ritardi rilevati nel pagamento delle fatture relative ai c. d. appalti storici), si invitano le SS.LL. ad utilizzare le risorse finanziarie messe recentemente a disposizione del MIUR a titolo di primo acconto 2009 con criteri di massima prudenza, rifacendosi alla scala di priorità suggerita negli anni in cui vigevano i cosi detti flussi finanziari, che privilegiava il pagamento delle supplenze e delle forniture di beni e servizi, la cui omissione poteva causare denunce all’autorità giudiziaria o irrogazione di penali.
Si ricorda inoltre che l’importo contrattuale così come quantificato in sede di sottoscrizione del contratto attuativo rimane immodificabile, e quindi non riducibile, anche nel caso in cui le unità di ex LSU in esso contemplate si siano ridotte per effetto di cessazioni dal servizio o non siano state di fatto assegnate ove già mancanti all’epoca della sottoscrizione, sempreché le prestazioni rese siano rapportate alle superfici indicate nei verbali di consegna.

f.to IL DIRETTORE GENERALE
Alberto Bottino

tony da napoli

oronzino ha detto...

ripeto il post del 22 che non è passato:
Ecco l’intestazione del testo, oltre al testo che dovete aggiungere, che ho inviato alle seguenti testate giornalistiche:

Gentilissimo Direttore Le invio questa mia lettera con preghiera di pubblicarla, aiutandoci nella nostra lotta per la difesa del posto di lavoro. Le scrivo a nome di migliaia di LSU e Co.Co.Co. presenti nelle scuole italiane.
La informo che questa lettera è stata già inviata al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro Brunetta e al Ministro della Pubblica Istruzione.

la repubblica: v.zucconi@gmail.com
la stampa: lettere@lastampa.it
il mattino: redazioneinternet@ilmattino.it
il manifesto: redazione@ilmanifesto.it
l’osseravatore romano: anet@ossrom.va
l’avvenire: lettere@avvenire.it
l’unita: direzione@unita.it
la padania: info@lapadania.net
il sole 24 ore: gruppo24ore@ilsole24ore.com

Ora amici io ho fatto quello che al momento era nelle mie possibilità, se restate però a guardare e non fate tutti, dico e ripeto tutti, come io ho fatto, se la mia lettera resterà sola sulla scrivania dei potenti, allora il mio lavoro sarà stato tutto vano e, a quel punto, vi prometto che ci sentiremo a fine anno, quando ritornerete tutti a piangere, mi auguro che allora non sarà troppo tardi.
oronzolecce@gmail.com


dimenticavo una cosa: la stessa lotta la dobbiamo fare verso il sindacato di appartenenza. Questi signori dovranno capire e portare sul tavolo delle trattative, una volta per sempre, quello che diciamo noi e non quello che interessa a loro.

EX LSU MOCETOR ha detto...

PAROLE SANTE
NOI ABBIAMO SPEDITO 20 LETTERE IN PIU' STO PROVANDO A CONTATTARE QUALCUNO PER AIUTARCI NELLA NOSTRA LOTTA.
MA SE LO FACCIAMO SOLO IN POCHI NON HA SENSO, DOVE SONO FINITI TUTTI GLI ANONIMI E QUELLI CHE SI FIRMAVANO. E' ORA DI DIRE LA VOSTRA E PASSARE AI FATTI COME DICE ORONZINO.
NON BISOGNA SOLO SCRIVERE PER ATTACARE O CRITICARE LE PERSONE.
SALUTI MOCETOR